skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEI PAESI BASSI: EDPB, Pianificare Bene Il Trasferimento Dei Dati Nel Regno Unito, Ma Anche Preoccupazioni

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEI PAESI BASSI: EDPB, pianificare bene il trasferimento dei dati nel Regno Unito, ma anche preoccupazioni

This post is also available in: English Español Français

La protezione dei dati personali nel Regno Unito (UK) è buona anche dopo la Brexit, ma ci sono anche preoccupazioni. 

I regolatori europei della privacy scrivono questo alla Commissione europea (CE). In tal modo, stanno rispondendo ai piani europei per consentire nuovamente il trasferimento di dati personali nel Regno Unito.

Nelle cosiddette decisioni di adeguatezza, la CE stabilisce che i dati personali nel Regno Unito sono sufficientemente protetti, e che quindi non vi è alcuna obiezione al trasferimento dei dati personali dall’UE al Regno Unito.

I regolatori della privacy, riuniti nel Comitato europeo per la protezione dei dati (EDPB), hanno pubblicato 2 raccomandazioni alla CE il 13 aprile in risposta a 2 proposte di decisioni di adeguatezza.

Nessun GDPR dopo la Brexit

Il Regno Unito ha lasciato definitivamente l’Unione europea il 31 dicembre 2020. Di conseguenza, il Regno Unito non è più vincolato da 2 leggi europee sulla privacy, il regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) e la direttiva sulla polizia e la giustizia.

Le società europee non possono quindi semplicemente trasmettere i dati personali dei cittadini europei alle società nel Regno Unito. Con le 2 decisioni di adeguatezza che la Commissione Europea sta ora proponendo, una per il GDPR e una per la Direttiva Polizia e Giustizia, questo dovrebbe essere nuovamente possibile.

Leggi europee sulla privacy “copiate”

Nei 2 pareri, l’EDPB indica che il sistema di protezione dei dati nel Regno Unito è molto simile al sistema europeo. Questo non è sorprendente. Dopotutto, la Brexit è un dato di fatto solo da pochi mesi e il Regno Unito ha “ copiato ” sia il GDPR che la direttiva sulla polizia e la giustizia nella propria legislazione.

Preoccupazioni per i trasferimenti negli Stati Uniti

Tuttavia, l’EDPB esprime anche una serie di preoccupazioni. Soprattutto sulla possibilità che i dati personali vengano presto trasferiti – attraverso il Regno Unito – ad altri paesi, dove i dati personali non sono sufficientemente protetti. Come gli Stati Uniti.

L’EDPB chiede alla CE chiarimenti su questi punti. E per monitorarlo da vicino in futuro.

Intervieni nel frattempo

La valutazione della CE è valida per 4 anni. Viene quindi esaminato se il livello di protezione è ancora appropriato. Ma la CE non può intervenire nel frattempo se il Regno Unito adotta misure che riducono effettivamente il livello di protezione nel frattempo.

Anche l’EDPB ha prestato attenzione a questo aspetto nelle sue raccomandazioni. L’EDPB chiede alla CE di apportare modifiche provvisorie ove necessario.

E adesso?

La CE è tenuta a chiedere consiglio all’EDPB sulle decisioni di adeguatezza. Ma la CE non è obbligata a seguire tutti i consigli.

Non è ancora noto quando la CE deciderà se adottare le decisioni di adeguatezza. E quindi se le società europee possono trasmettere dati personali a società nel Regno Unito.

 

Consulenza EDPB sulla decisione di adeguatezza del GDPR

edpb_opinion142021_ukadequacy_gdpr.pdf_en

Consulenza EDPB sulla decisione di adeguatezza sulla direttiva sulla polizia e la giustizia

edpb_opinion152021_ukadequacy_led_en

 

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEI PAESI BASSI – AP

Back To Top