skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEI PAESI BASSI: Il Comune Di Enschede Ha Multato Il Tracciamento Wi-Fi

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEI PAESI BASSI: Il comune di Enschede ha multato il tracciamento Wi-Fi

This post is also available in: English Español Français

L’autorità olandese per la protezione dei dati (AP) ha multato il comune di Enschede per 600.000 euro perché il comune ha utilizzato il monitoraggio Wi-Fi nel centro della città in un modo non consentito. Ciò ha permesso di seguire gli acquirenti e le persone che vivono o lavorano nel centro della città.

Nel 2017, il comune di Enschede ha deciso di misurare il traffico nel centro della città utilizzando sensori. Il comune ha assunto una società specializzata nel conteggio dei passanti. 

Le scatole di misurazione nelle vie dello shopping hanno raccolto i segnali WiFi dai telefoni cellulari delle persone di passaggio. Il telefono di tutti è stato registrato separatamente con un codice univoco. 

Contando quanti telefoni ci sono in un dato momento intorno a una scatola di misurazione, sai quanto è occupata. Se tieni traccia di quale telefono passa quale casella di misurazione per un periodo di tempo più lungo, questo “conteggio” si trasforma in persone che seguono.

Un’indagine dell’AP presso il comune di Enschede mostra che è stato così. La privacy dei cittadini non era quindi adeguatamente garantita, perché potevano essere rintracciati senza che ciò fosse necessario.

Non era intenzione del consiglio rintracciare gli individui. E anche l’AP non ha trovato prove che ciò sia accaduto. Ma l’implementazione del tracciamento Wi-Fi che lo renda possibile è di per sé una grave violazione della legge sulla privacy del GDPR.

La privacy dei cittadini deve essere al primo posto

Riuscire a seguire le persone sul loro telefono. Perché tutti hanno il diritto di camminare per strada liberamente e inosservati. Senza che il governo o un’altra parte possa guardare o registrare ciò che si sta facendo, e questo si adatta alla nostra società libera e aperta. 

Non è intenzione che chiunque possa seguire quale negozio, medico, chiesa o moschea visitiamo. Questa informazione è privata e deve rimanere privata, in modo che le persone possano essere se stesse senza sentirsi inibite da un’eventuale registrazione. 

Mettere al primo posto questo diritto fondamentale. Per misurare la folla nel centro della città, un sistema deve contare le persone, non seguirle.

Le persone seguono 

Il comune e due società coinvolte hanno avuto accesso ai dati. Con quei dati potresti seguire le persone nel centro della città di Enschede. In un momento di silenzio puoi vedere esattamente a chi appartiene quel codice. Oppure guarda uno schema: qualcuno arriva nello stesso posto alle 8 del mattino tutti i giorni? E lei o lui se ne vanno alle 17:00? Allora è qualcuno che lavora lì. 

La violazione è iniziata nel maggio 2018. L’intervento dell’AP ha spinto il Comune a interrompere il tracciamento Wi-Fi il 1 ° maggio 2020.

Il tracciamento Wi-Fi di solito è vietato

L’uso del tracciamento WiFi è soggetto a requisiti rigorosi e nella maggior parte dei casi vietato. Poiché questa tecnica influisce così tanto sulla vita delle persone, è possibile utilizzarla solo in casi estremi.

In alcune situazioni, i comuni possono elaborare i dati personali tramite il monitoraggio WiFi, ad esempio se ciò è necessario per i loro compiti legali. Ma se l’AP rileva che un comune o un’azienda sta utilizzando illegalmente il monitoraggio WiFi, c’è la possibilità di una multa salata. 

Aziende e comuni possono trovare maggiori informazioni sull’uso del tracciamento WiFi sul sito web di AP. 

L’AP consiglia ai comuni di rivedere nuovamente i progetti di tracciamento Wi-Fi proposti o in corso.

Il comune di Enschede ha presentato reclamo contro l’ammenda.

 

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEI PAESI BASSI – AP

Back To Top