skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEI PAESI BASSI: Linee Guida GDPR Sul Targeting Dei Social Media E Controversie EDPB

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEI PAESI BASSI: Linee guida GDPR sul targeting dei social media e controversie EDPB

This post is also available in: English Español Français

I regolatori europei della privacy, riuniti nel Comitato europeo per la protezione dei dati (EDPB), hanno adottato 2 nuove linee guida GDPR: sul targeting degli utenti dei social media e sulla procedura interna dell’EDPB per la risoluzione delle controversie. Inoltre, l’EDPB ha adottato una dichiarazione che invita gli Stati membri a verificare se i loro accordi internazionali sono conformi alle leggi europee sulla privacy.

Linee guida per il targeting dei social media

Targeting degli utenti dei social media è un modo per indirizzare la pubblicità. Fa parte del modello di guadagno di molti fornitori di social media.

Queste linee guida si concentrano sui ruoli e le responsabilità degli inserzionisti e dei fornitori di social media. Le linee guida trattano, tra le altre cose, i rischi per la privacy per gli utenti dei social media e i requisiti più importanti della normativa sulla privacy, come la base giuridica per il trattamento.

L’EDPB ha pubblicato una versione preliminare delle linee guida nell’ottobre 2020. Le parti interessate potrebbero commentare il testo. Sulla base delle risposte, l’EDPB ha apportato alcune modifiche.

Linee guida per la procedura interna di risoluzione delle controversie

Le autorità di vigilanza all’interno dell’EDPB sono in disaccordo sulla valutazione di casi transfrontalieri di grandi dimensioni? Quindi possono far risolvere la loro controversia tramite l’EDPB. Il risultato è una decisione vincolante. I regolatori devono monitorare questo. L’EDPB ha ora adottato linee guida in cui questa procedura viene elaborata passo dopo passo.

Per inciso, l’EDPB ha recentemente adottato la prima decisione vincolante. Il 9 novembre 2020, l’EDPB ha modificato la decisione dell’autorità di regolamentazione irlandese. Quella decisione riguardava una violazione dei dati su Twitter .

Le linee guida sull’applicazione dell’articolo 65, paragrafo 1, lettera a), del GDPR sono ora aperte alla consultazione pubblica. Sebbene si tratti di una procedura interna, l’EDPB ritiene importante fornire trasparenza sul corso degli eventi. Le decisioni prese dall’EDPB, in ultima analisi, riguardano tutti noi.

Hai commenti o suggerimenti sulle linee guida? Quindi puoi trasmetterlo all’EDPB fino al 28 maggio 2021 incluso.

Dichiarazione sugli accordi internazionali 

Infine, l’EDPB ha adottato la dichiarazione sugli accordi internazionali compresi i trasferimenti . In esso, l’EDPB invita gli Stati membri europei a verificare attentamente se gli accordi internazionali che hanno concluso con paesi al di fuori dell’Unione europea rispettano le leggi europee sulla privacy. Pensa agli accordi di cooperazione tra un regolatore in Europa e un collega al di fuori dell’Europa.

Questi accordi comportano il trasferimento di dati personali? Quindi i cittadini europei devono poter contare sul fatto che le tutele delle leggi europee sulla privacy continuano ad essere applicate.

In caso contrario, gli Stati membri devono allineare gli accordi al GDPR e alla direttiva sulla polizia e la giustizia il prima possibile. Devono inoltre tener conto della giurisprudenza recente, come la sentenza nella causa Schrems II della Corte di giustizia.

 

Il testo finale delle Linee guida sul targeting degli utenti dei social media: 

 

edpb_guidelines_082020_on_the_targeting_of_social_media_users_en

 

 

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEI PAESI BASSI – AP

Back To Top