skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEL PORTOGALLO: CENSIMENTO 2021, CNPD SOSPENDE FLUSSI VERSO USA

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEL PORTOGALLO: CENSIMENTO 2021, CNPD SOSPENDE FLUSSI VERSO USA

This post is also available in: English Español Français

Il CNPD ha ordinato a INE di sospendere l’invio dei dati del censimento agli Stati Uniti.

Il CNPD ha emesso oggi una decisione indirizzata all’INE di sospendere entro 12 ore qualsiasi trasferimento internazionale di dati personali negli Stati Uniti o in altri paesi terzi senza un livello di protezione adeguato, nell’ambito delle indagini del censimento 2021.

A seguito di alcuni reclami circa le condizioni per la raccolta dei dati dal Censimento via Internet, CNPD ha effettuato una rapida indagine, concludendo che INE si è rivolta a Cloudflare, Inc. per l’operatività dell’indagine censuaria, che prevede nel proprio contratto il trasferimento dati personali negli USA.

Cloudflare è una società con sede in California. Per il tipo di servizi che fornisce, è direttamente soggetto alla legislazione di sorveglianza degli Stati Uniti per scopi di sicurezza nazionale, che impone l’obbligo legale di fornire alle autorità statunitensi l’accesso illimitato ai dati personali che detieni o custodisci o custodisci, senza che tu possa per informarne i tuoi clienti.

La Corte di giustizia dell’Unione europea ha recentemente ritenuto, nella famosa sentenza Schrems II , che tale normativa implica un’ingerenza sproporzionata nei diritti fondamentali degli interessati, alla luce del diritto dell’Unione, e quindi non garantisce un livello di dati protezione sostanzialmente equivalente a quella garantita nell’UE.

La Corte ha inoltre ritenuto che le autorità per la protezione dei dati siano obbligate a sospendere o vietare il trasferimento dei dati, anche se sulla base di contratti basati sul modello approvato dalla Commissione europea, come nel caso delle clausole sottoscritte da INE, se non vi sono garanzie che queste possono essere rispettati nel paese terzo.

Tenendo presente che sono in gioco i dati personali provenienti da un universo quasi totale di cittadini residenti nel territorio nazionale, compresi i dati sensibili come quelli relativi alla religione o alle condizioni di salute, il CNPD ha ritenuto che il trasferimento di dati negli Stati Uniti o in qualsiasi altro paese terzo senza una protezione adeguata.

Ad oggi, e secondo le informazioni rese disponibili da INE, sono già state ottenute risposte al Censimento per oltre 6,5 milioni di persone, interessati. La raccolta dei dati personali è iniziata 8 giorni fa e dovrebbe terminare il 3 maggio.

 

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEL PORTOGALLO

Back To Top