skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEL PORTOGALLO: COMITATO EUROPEO CRITICA TESTO ATTUALE DEL REGOLAMENTO EPRIVACY

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DEL PORTOGALLO: COMITATO EUROPEO CRITICA TESTO ATTUALE DEL REGOLAMENTO EPRIVACY

This post is also available in: English Español Français

Il Comitato Europeo per la Protezione dei Dati (CEPD) ha approvato, la scorsa settimana, una Dichiarazione sul Regolamento ePrivacy, riguardante la privacy nelle comunicazioni elettroniche, in cui critica il testo attualmente sul tavolo e che corrisponde alla “posizione del Consiglio”.

Nella Dichiarazione 3/2021 , il Comitato europeo esprime preoccupazione per la conservazione dei dati delle telecomunicazioni ai fini delle indagini penali e della sicurezza nazionale, sottolineando che il regolamento non può derogare all’ultima giurisprudenza della Corte di giustizia, che ha ritenuto che la Carta dei I diritti fondamentali devono essere interpretati nel senso che non consentono misure legislative che portino alla conservazione diffusa e indiscriminata dei dati di traffico e di localizzazione.

CEPD sostiene inoltre che il diritto alla riservatezza delle comunicazioni dovrebbe applicarsi a tutte le comunicazioni, indipendentemente dai mezzi utilizzati, dal mittente al destinatario, e dovrebbe anche proteggere l’integrità dell’apparecchiatura terminale dell’utente. Il Comitato condanna pertanto le eccezioni molto ampie che consentono l’accesso alle comunicazioni, compreso il loro contenuto.

Il Comitato europeo ribadisce l’importanza dell’anonimato nel contesto delle comunicazioni elettroniche e sottolinea in particolare che una crittografia forte e affidabile è una necessità nel mondo digitale moderno.

Per quanto riguarda i cookie, CEPD dimostra chiaramente contro le cosiddette pareti dei cookie e contro le ampie deroghe proposte dal Consiglio che sostiene siano pratiche intrusive. Si propone inoltre di risolvere il problema della “fatica del consenso” attraverso l’applicazione di meccanismi efficaci per ottenere il consenso.

 

edpb_statement_032021_eprivacy_regulation_en (2)

 

Back To Top