skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA CROAZIA: Compromissione Dei Dati Personali Degli Utenti Facebook E Notifica LinkedIn

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA CROAZIA: Compromissione dei dati personali degli utenti Facebook e notifica LinkedIn

This post is also available in: English Español Français

Continuando la “fuga” di dati personali, ovvero la violazione dei dati personali e la violazione della sicurezza dei dati personali degli utenti di Facebook, inclusi 650mila dati personali di cittadini croati, si informa i cittadini che AZOP parteciperà alle operazioni congiunte e alle indagini relative a questo caso.

Uno sportello unico , insieme all’autorità di vigilanza irlandese in qualità di supervisore principale dato che Facebook ha sede in Irlanda, e con altri supervisori interessati, e il pubblico sarà informato dei risultati delle indagini in modo tempestivo . Inoltre, AZOP sarà coinvolta nelle indagini riguardanti la compromissione dei dati personali degli utenti di LinkedIn.

Con la presente consigliamo ai cittadini di verificare i loro indirizzi e-mail e numeri di cellulare che utilizzano per accedere a Facebook, LinkedIn, ma anche per accedere ad altri social network, servizi Internet o Servizi. Se scoprono che un particolare indirizzo e-mail è stato compromesso, consigliamo quanto segue:

  • Cambia la password di questo indirizzo email con una nuova password di sicurezza complessa
  • Creare una nuova password di sicurezza complessa separata per tutti i servizi Internet e i servizi Internet per i quali è stato utilizzato quell’indirizzo e-mail di accesso (ad es. Social network, negozio Internet, ecc.). Se viene offerto questo servizio o servizio Internet, sarebbe consigliabile includere l’opzione di doppia autenticazione.

Una password di sicurezza complessa dovrebbe includere:

  • 16 o più caratteri (più sono, meglio è),
  • lettere maiuscole (ABCDEFGH …),
  • lettere minuscole (abcdefgh …),
  • cifre (34 123456),
  • simboli (@ # $% {} [] () / \ ‘”,;:. <>…).

Inoltre, avvertiamo gli utenti di LinkedIn di non rispondere a e-mail fraudolente in cui il mittente afferma di essere state inviate dal servizio clienti di LinkedIn e di non aprire i collegamenti contenuti in tali e-mail false.

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA CROAZIA

Back To Top