skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA FRANCIA: Il CNIL Specifica Le Garanzie Che La Funzionalità TousAntiCovid-Carnet Deve Rispettare

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA FRANCIA: Il CNIL specifica le garanzie che la funzionalità TousAntiCovid-Carnet deve rispettare

This post is also available in: English Español Français

La nuova funzionalità “diario di bordo”, integrata nell’applicazione TousAntiCovid, consente di memorizzare i certificati dei risultati dei test e, molto presto, dei risultati delle vaccinazioni al fine di “promuovere i viaggi che richiedono controllo sanitario, soprattutto durante i valichi di frontiera”. La CNIL è vigile sul suo dispiegamento in modo che le garanzie per le persone siano rispettate.

Il 19 aprile 2021, il Ministero della Solidarietà e della Salute ha implementato una nuova funzionalità chiamata TousAntiCovid-Carnet che fa parte del lavoro europeo attorno al certificato verde digitale .

Si tratta di un “taccuino” digitale che consente l’archiviazione elettronica dei certificati dei risultati dei test (PCR e antigeni) e, presto, dei certificati di vaccinazione. Il suo funzionamento è dettagliato nelle FAQ dedicate all’applicazione (sezione “Test book”).

I servizi della CNIL sono stati chiamati sugli aspetti tecnici del sistema al fine di garantire il rispetto del diritto alla protezione dei dati personali e della privacy delle persone. La CNIL ha potuto così condividere le sue raccomandazioni in merito alle garanzie da fornire, in particolare per garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati.

Un utilizzo sempre su base volontaria

La CNIL ricorda che la natura volontaria dell’utilizzo di TousAntiCovid e, quindi, della sua funzionalità “Test book” deve rimanere una garanzia essenziale del sistema. L’uso di questa applicazione non può quindi costituire una condizione per la libera circolazione delle persone.

Rileva, a questo proposito, che la conservazione delle prove certificate dei test (PCR o antigenici) e dei certificati di vaccinazione in TousAntiCovid non è obbligatoria. Queste evidenze possono essere presentate anche in versione cartacea consegnata a mano da operatori sanitari e laboratori, stampata direttamente dalle persone o presentata digitalmente, fuori dall’applicazione, non appena la piattaforma dedicata offre un documento PDF contenente un codice Datamatrix, simile a un QR Code.

Uso limitato a determinati viaggi

Questa nuova funzionalità dovrebbe, in questa fase, consentire solo di “promuovere i viaggi che richiedono un controllo sanitario” In pratica, i primi esperimenti annunciati dal Governo saranno limitati ai voli per la Corsica e poi, in secondo luogo, per l’Overseas.

Più in generale, per quanto riguarda le riflessioni su un possibile “pass sanitario” per regolare l’accesso a determinati luoghi, la CNIL sottolinea che ciò solleverebbe molte questioni legali, tecniche e sociali, in particolare sulla proporzionalità di tale dispositivo. Il Collegio CNIL rimarrà vigile per quanto riguarda la possibile implementazione di un tale sistema. In ogni caso, dovrebbe prendere una decisione se gli fosse stato proposto dal governo .

Garanzie necessarie per le persone

La CNIL ha ricordato che questa nuova funzionalità deve rispettare in particolare le seguenti garanzie:

  • l’utente deve essere in grado di mantenere il controllo ;
  • il certificato deve essere accessibile anche in formato cartaceo  ;
  • i dati devono essere accurati , certificati da un’autorità e la loro integrità deve essere garantita;
  • i dati contenuti nel certificato devono essere limitati a quanto necessario (principio di minimizzazione);
  • le autorità che controlleranno il Datamatrix non devono avere accesso ai dati sanitari che ne hanno consentito l’emissione e non devono, in nessun caso, generare la creazione di una banca dati centralizzata;
  • devono essere adottate misure di sicurezza (dati crittografati, integrità verificata, audit dei sistemi informativi, ecc.).

Particolare attenzione dalla CNIL

Al fine di garantire il rispetto dei diritti e delle libertà delle persone, la CNIL è attenta alle modalità concrete di attuazione di tale sistema temporaneo e, in particolare, all’uso che ne verrà fatto, ricordando che può effettuare nuovi controlli, se necessario, per garantire il rispetto delle garanzie.

 

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA FRANCIA – CNIL

Back To Top