skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA LETTONIA: Devo Smettere Di Scattare Foto Se Qualcuno In Un Luogo Pubblico Chiede Di ” Eliminare Immediatamente La Foto! ” ? “

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA LETTONIA: Devo smettere di scattare foto se qualcuno in un luogo pubblico chiede di ” Eliminare immediatamente la foto! ” ? “

This post is also available in: English Español Français

Negli ultimi tre anni, il regolamento generale sulla protezione dei dati e l’ispettorato statale dei dati sono stati utilizzati dal pubblico come deterrente utilizzato da chiunque abbia mai sentito parlare di protezione dei dati personali.

Uno degli esempi più rilevanti, tenendo conto della situazione epidemiologica del Paese, è la fotografia di eventi sociali in luoghi pubblici o passeggiate nei parchi naturali.

L’Ispettorato dello stato dei dati ha ricevuto molte richieste in merito all’argomento.

Ci sono molti luoghi pubblici a Riga, Piazza del Duomo, Grizinkalns, campi sportivi e per bambini, dove molte persone spesso soggiornano, soprattutto quando fa caldo. le persone vanno regolarmente a fare una passeggiata con conoscenti e, naturalmente, scattano foto durante la passeggiata. Si sentono spesso rimproveri da altre persone, che sono persone anziane o neomamme con bambini: “ Non puoi fotografarmi senza il mio consenso! Cosa farai con quella foto? Cancella ora! ” Idealmente, non stanno più fotografando una persona specifica in un luogo pubblico, ma l’un l’altro per il proprio uso “.

Al fine di chiarire il confine tra libertà di espressione e privacy, pubblicare foto di se stessi e di altre persone sui siti Web, l’Autorità ha implementato una campagna di informazione pubblica “White on Black” nel 2020, che dche cosa devo fare se ho deciso di fare foto con altre persone da tenere solo per te, per le tue esigenze private?

Devo smettere di scattare foto se qualcuno in un luogo pubblico chiede di “Elimina immediatamente!” ?

È davvero necessario andare per strada, dalla gente nel parco e chiedere: Sei d’accordo che ti faccia una foto per uso privato?

L’autorità per la protezione dei dati chiarisce che il regolamento generale sulla protezione dei dati non si applica al trattamento dei dati personali da parte di una persona fisica solo nel corso di un’attività personale o domestica.[1] Ciò significa che se non si prevede di condividere le foto acquisite oltre le conversazioni private o con una piccola cerchia di amici sui social network per uso personale, quelle attività fotografiche non rientrano in tale ambito.  

Ti invitiamo a visitare la sezione #BALTSUZMELNA e conoscere i materiali della campagna, dove spieghiamo il confine tra libertà di parola e privacy .

[1] Articolo 2, paragrafo 2, lettera c), del regolamento generale sulla protezione dei dati. Il considerando 18 del regolamento generale sulla protezione dei dati chiarisce che il presente regolamento non si applica al trattamento dei dati personali da parte di una persona fisica che non sia connesso ad un’attività professionale o commerciale.

Trattamento di dati personali da parte di una persona fisica solo nel corso di un’attività personale o domestica:

Ai fini del Regolamento generale sulla protezione dei dati, le attività personali o domestiche sono attività strettamente e oggettivamente connesse con la privacy dell’individuo e che non incidono in modo significativo sulla privacy degli altri. Queste attività non hanno un aspetto professionale o commerciale e si applicano solo alle attività personali o domestiche, come l’archiviazione di foto di famiglia o private su un computer, la creazione di un elenco di amici e familiari, corrispondenza, ecc. La condivisione di informazioni in ambito privato implica la condivisione con la famiglia, una cerchia ristretta di amici o una cerchia ristretta di persone sulla base di relazioni personali o di una certa fiducia.

 

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA LETTONIA

Back To Top