skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA LETTONIA: L’Ispettorato Dello Stato Dei Dati Dispone Di Un” Database “contenente Informazioni Sul Trattamento Dei Dati Personali Da Parte Di Altre Persone?

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA LETTONIA: L’Ispettorato dello stato dei dati dispone di un” database “contenente informazioni sul trattamento dei dati personali da parte di altre persone?

This post is also available in: English Español Français

Lo scopo dell’Ispettorato dello Stato dei dati è proteggere i diritti umani e le libertà fondamentali nel campo della protezione dei dati, fornire consulenza ai cittadini e alle organizzazioni, nonché monitorare il trattamento dei dati personali; Pertanto, i cittadini, in conformità con i loro diritti ai sensi del regolamento generale sulla protezione dei dati, richiedono all’ispettorato dello Stato dei dati di fornire informazioni su quali persone hanno trattato i loro dati personali, in quale periodo e perché.

L’Ispettorato dello stato dei dati dispone di una “banca dati” contenente informazioni sul trattamento dei dati personali da parte di altre persone?

Quasi tutte le organizzazioni, utilizzando le risorse tecniche disponibili, mantengono un sistema informativo, un altro più semplice, ad esempio, un sistema di archiviazione dei documenti ricevuti e inviati, un altro esempio in Lettonia è il registro della popolazione gestito dall’Ufficio per la cittadinanza e la migrazione, che raccoglie informazioni su tutti i residenti in Lettonia. Ciò significa che non esiste un unico database universale (sistema) che conterrebbe informazioni su tutto e tutti, ma che ogni organizzazione sceglie il sistema di elaborazione dati più conveniente e accessibile.

Come sapete, nel contesto del Regolamento generale sulla protezione dei dati, il responsabile del trattamento (di seguito – persona pubblica e privata) è colui che determina prima di iniziare il trattamento dei dati personali, quali dati personali saranno trattati, per quali finalità i dati personali saranno trattati, quale base giuridica si applicherà e quali mezzi saranno utilizzati per trattare i dati personali.

Di conseguenza, nel rispondere a questa domanda, l’Ispettorato spiega che non dispone di un’unica banca dati contenente informazioni sul trattamento dei dati di una persona specifica (interessato) da parte di altre autorità, società o altre persone fisiche (responsabile del trattamento dei dati ).  

L’Ispettorato, come qualsiasi altro titolare del trattamento dei dati personali (soggetto pubblico o privato), può fornire a una persona informazioni solo su quali dati personali ha elaborato nei suoi sistemi informativi, per quale scopo e su quale base giuridica, oppure collegandosi ai sistemi informativi di altre istituzioni (ad esempio l’Anagrafe per la verifica dell’indirizzo del luogo di residenza dichiarato alla persona che ha presentato domanda all’ente).

Di conseguenza, l’Ispettorato dello Stato dei dati non può essere responsabile per le attività di trattamento dei dati personali svolte da altre istituzioni, società o persone fisiche.

Come esercitare i tuoi diritti ottenere informazioni su chi ha trattato i miei dati personali e perché:

Dal 25 maggio 2018, con l’applicazione diretta del Regolamento generale sulla protezione dei dati, a ciascuna persona è stato concesso un maggiore controllo sul trattamento dei propri dati personali, compreso il diritto di sapere chi ha trattato i propri dati personali e perché.

Di conseguenza, se una persona sa o ha motivo di credere che una determinata persona pubblica e privata abbia elaborato i dati di quella persona nel suo sistema o archivio informatico, al fine di ottenere conferma e informazioni sul trattamento dei suoi dati personali, i suoi scopi (scopi) e a chi sono state trasferite le informazioni su una persona, è necessario contattare lo specifico manutentore pubblico e privato del sistema / fascicolo informativo pertinente con una richiesta di informazioni. Tali diritti sono previsti per ogni persona dal regolamento.

Ai sensi dell’articolo 12, paragrafo 3, del regolamento generale sulla protezione dei dati, una persona fisica o giuridica deve rispondere a una richiesta di informazioni personali entro un mese.

Se una persona scopre che una persona fisica o giuridica non rispetta i diritti della persona di cui agli articoli 15-22 del Regolamento generale sulla protezione dei dati, ad esempio, non risponde a una richiesta o ha elaborato dati personali ingiustificati, la persona ha il diritto di proporre reclamo all’Ispettorato dei dati.

Il reclamo deve essere accompagnato da documenti attestanti il ​​trattamento illecito di dati personali e che il richiedente ha esercitato i propri diritti ai sensi del Regolamento generale sulla protezione dei dati (es. Una copia della richiesta della persona alla persona fisica o giuridica e, se la richiesta è ha risposto, una copia).

L’Ispettorato dello Stato dei dati, invece, esamina il reclamo di una persona ed esercita i poteri ad essa conferiti, ad esempio rimprovera, vieta l’ulteriore trattamento dei dati personali o infligge una sanzione amministrativa.

 

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA LETTONIA DELLA LETTONIA

Back To Top