skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA NORVEGIA: Conseguenze Sulla Privacy Di Un’estensione Del Programma Di Informazione Sul Debito

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA NORVEGIA: Conseguenze sulla privacy di un’estensione del programma di informazione sul debito

This post is also available in: English Español Français

L’autorità norvegese per la protezione dei dati ha rilasciato una dichiarazione professionale al ministero dell’Infanzia e della famiglia sulle conseguenze sulla privacy di una possibile estensione dello schema di informazioni sul debito per includere diversi tipi di debito. Indichiamo diverse sfide per la privacy in tale espansione.

Lo sfondo per la dichiarazione è una valutazione in corso del programma di informazione sul debito per il quale è responsabile il Ministero dell’Infanzia e della Famiglia. Il Ministero ha ottenuto la consulenza sulla privacy dell’Ispettorato dei dati, al fine di ottenere la migliore base possibile per valutare se il regime debba essere esteso a più tipologie di debito.

Sfide per la privacy

Nel feedback al Ministero, l’autorità norvegese per la protezione dei dati fornisce indicazioni su quali valutazioni devono essere effettuate prima di un’eventuale estensione del regime. Sulla base delle informazioni che abbiamo ricevuto dal ministero, abbiamo anche effettuato una valutazione parziale delle conseguenze sulla privacy se lo schema viene ampliato.

La valutazione dell’Ispettorato dei dati si basa sui principi di base della privacy . Concludiamo che un’espansione non può avvenire all’interno dell’oggetto esistente dello schema di informazione sul debito. Segnaliamo anche le sfide alla privacy con l’attuale organizzazione dello schema di informazione sul debito.

Fatti sullo schema di informazione sul debito

  • Essendo regolamentato dal Debt Information Act e dal Debt Information Regulations
  • Lo scopo della registrazione è “facilitare la registrazione e la divulgazione sicure, ordinate ed efficienti delle informazioni sul debito per contribuire a migliori valutazioni del credito e prevenire problemi di debito tra gli individui”
  • Attualmente ci sono tre società private autorizzate dal Ministero dell’Infanzia e della Famiglia a gestire società di informazione sul debito.
  • Le società finanziarie norvegesi e straniere che operano in Norvegia sono tenute a fornire alle società di informazioni sul debito informazioni sulle carte di credito di privati ​​e sui prestiti al consumo (credito non garantito)
datatilsynets-vurdering-av-personvernkonsekvenser_gjeldsinformasjonsordningen

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA NORVEGIA

Back To Top