skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA NORVEGIA: L’Ispettorato Dei Dati Ha Ricevuto Commenti Sul Caso Grindr

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA NORVEGIA: L’Ispettorato dei dati ha ricevuto commenti sul caso Grindr

This post is also available in: English Español Français

Il 21 gennaio 2021, l’autorità norvegese per la protezione dei dati ha notificato una commissione di 100 milioni di NOK all’app di appuntamenti Grindr per violazione dei requisiti di consenso nel regolamento sulla privacy ( GDPR ). Abbiamo ora ricevuto commenti sulla notifica sia da Grindr che dal Consiglio dei consumatori.

Grindr è un’app di appuntamenti basata sulla posizione.

Nel gennaio 2020, il  Consiglio dei consumatori Grindr ha presentato un reclamo all’autorità norvegese per la protezione dei dati.  Lo sfondo del reclamo era che Grindr divulga la posizione GPS, le informazioni dai profili utente, nonché il fatto che la persona in questione è un utente Grindr, a diverse terze parti per scopi di marketing. Terze parti possono potenzialmente condividere ulteriormente questi dati.

La conclusione preliminare dell’Ispettorato dei dati è stata che Grindr aveva divulgato informazioni personali sugli utenti a una serie di terze parti senza una base giuridica e che è stata notificata una commissione per l’infrazione.

Il caso è una priorità per l’autorità norvegese per la protezione dei dati. Ora familiarizzeremo e valuteremo i commenti e gli argomenti, prima di concludere definitivamente il caso.

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA NORVEGIA

Back To Top