skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA NUOVA ZELANDA: OPC Dà Il Via All’impegno Nel Settore Del Noleggio

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA NUOVA ZELANDA: OPC dà il via all’impegno nel settore del noleggio

This post is also available in: English Español Français

Questa azione segue l’annuncio del mese scorso da parte del Commissario per la privacy John Edwards della sua intenzione di concentrarsi sulla raccolta, la conservazione e la divulgazione di informazioni personali nel settore.

L’Ufficio del Commissario per la privacy (OPC) ha avviato una serie di impegni con rappresentanti di inquilini, proprietari terrieri, gestori di proprietà e attività correlate.

Un periodo iniziale di raccolta di informazioni sulla pratica della privacy nel settore degli alloggi in affitto ha confermato che si stanno raccogliendo grandi quantità di informazioni dai potenziali inquilini. OPC si sta ora spostando verso un impegno più mirato per comprendere meglio le pratiche attuali ei modelli di business nel settore degli alloggi in affitto.

Il signor Edwards è preoccupato per il fatto che alcune agenzie di gestione della proprietà chiedano informazioni molto dettagliate ai potenziali inquilini come parte del loro processo di selezione, mentre altre utilizzano forum pubblici per compilare elenchi di cosiddetti “cattivi inquilini”.

Gli incontri con i rappresentanti delle parti interessate informeranno la revisione dell’OPC della raccolta, dell’uso e della divulgazione delle informazioni personali nel settore e delle questioni di conformità ai sensi della legge sulla privacy.

L’autorità è interessata alle diverse prospettive dei partecipanti del settore, per saperne di più su quali informazioni personali riguardanti gli inquilini vengono raccolte, sul perché, e su come le informazioni personali degli inquilini vengono poi utilizzate e divulgate.

L’attuale impegno di OPC si concentra sulle questioni relative alla privacy nel mercato degli alloggi privati ​​in affitto.

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA NUOVA ZELANDA

Back To Top