skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA REPUBBLICA CECA: Ufficio Del Progetto Di Regolamento Sulla Privacy E Le Comunicazioni Elettroniche

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA REPUBBLICA CECA: Ufficio del progetto di regolamento sulla privacy e le comunicazioni elettroniche

This post is also available in: English Español Français

L’Ufficio per la Protezione dei Dati Personali informa che nelle prossime settimane possiamo aspettarci l’avvio di un dialogo a tre tra Consiglio UE, Parlamento Europeo e Commissione Europea sulla proposta di Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio sulla privacy e sulla protezione dei dati personali nelle comunicazioni elettroniche 2002/58 / CE (Regolamento ePrivacy) (di seguito “ePR”).
Sebbene la Commissione abbia presentato la bozza di ePR già nel gennaio 2017, il Comitato degli ambasciatori degli Stati membri dell’UE (COREPER) non ha approvato un mandato per i negoziati con il Parlamento europeo con la partecipazione della Commissione europea fino a febbraio 2021. 
Tuttavia, il dialogo a tre non è stato ancora lanciato ufficialmente. 
È inoltre previsto un dialogo a tre sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che deroga temporaneamente a talune disposizioni della direttiva 2002/58 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l’uso del servizio di comunicazione interpersonale indipendente dal numero fornitori per il trattamento di dati personali e di altro tipo allo scopo di combattere l’abuso sessuale su minori su Internet (CSAMR). 
Solo dopo il suo completamento seguirà un dialogo a tre, sulla base del quale il PE, il Consiglio e la Commissione raggiungeranno un accordo sulla forma dell’EPR. 


L’efficacia originariamente proposta dall’ePR dovrebbe essere la stessa del regolamento generale. Tuttavia, ciò non è riuscito e ora, dopo quattro anni, i negoziati stanno finalmente giungendo al termine. L’Ufficio ha precedentemente informato il pubblico sullo sviluppo di ePR. L’apertura del dialogo è stata assicurata dalla Presidenza portoghese del Consiglio dell’UE con il suo testo di compromesso. 
Il dialogo a tre dovrà affrontare il rapporto tra l’ePR e il regolamento generale, l’ordine pubblico, compreso il trattenimento dei dati personali, e la base giuridica per il trattamento dei dati personali, compreso l’ulteriore trattamento compatibile (FCP). 
Contrariamente alla posizione del comitato europeo per la protezione dei dati, la proposta prevede la riabilitazione dei cookie wall, ovvero l’accesso al sito in cambio di dati personali.

L’Autorità considera la forma dell’ePR proposta dalla Presidenza portoghese un compromesso politico e spera che il Parlamento europeo applichi nel suo dialogo a tre alcune delle sue proposte a favore di una maggiore privacy, che si tratti della questione della conservazione dei dati personali o della restituzione delle impostazioni sulla privacy in un browser. 
Sarà importante come verrà decisa la questione dell’autorizzazione dei cookie durante il dialogo, se continuerà la pratica dei cosiddetti pop-up o se sarà possibile impostare il consenso ai cookie nel browser, che sarebbe più appropriato in questo Astuccio.
Back To Top