skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA SLOVENIA: Il Consiglio D’Europa Chiede Di Rafforzare La Protezione Della Privacy Dei Bambini Nell’ambiente Digitale

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA SLOVENIA: Il Consiglio d’Europa chiede di rafforzare la protezione della privacy dei bambini nell’ambiente digitale

This post is also available in: English Español Français

Il 28 aprile 2021, il Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa ha adottato una Dichiarazione sulla necessità di proteggere la privacy dei bambini nell’ambiente digitale, invitando gli Stati membri a migliorare la protezione della privacy e dei dati personali dei minori, in particolare nel contesto della pandemia Covid-19.

Il Comitato dei Ministri ha sottolineato che le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) sono uno strumento importante nella vita dei bambini che ha molti vantaggi, ma l’uso di queste tecnologie può anche creare rischi. 

Ciò è particolarmente vero nel contesto della pandemia COVID-19, che ha portato i bambini a utilizzare le TIC in misura maggiore e di conseguenza ad essere esposti a rischi maggiori (es. Esposizione a varie attività criminali o altre attività dannose come discriminazione, intimidazione, stalking e altre forme di molestia). 

I dati personali possono essere utilizzati sia a vantaggio che a danno del minore. 

Pertanto, un quadro giuridico efficace applicabile al trattamento dei dati personali è importante e garantisce il rispetto dei principi di legalità, proporzionalità, correttezza, limitazione delle finalità, minimizzazione dei dati, accuratezza, limiti di conservazione, sicurezza, trasparenza, responsabilità,

Il Comitato dei Ministri ha invitato gli Stati membri del Consiglio d’Europa, tra l’altro, a ratificare e attuare la Convenzione 108+ (la Convenzione aggiornata per la protezione delle persone rispetto al trattamento automatizzato dei dati personali), a intensificare gli sforzi per promuovere i diritti dei bambini nell’ambiente digitale i loro dati raccolti nell’ambiente educativo, nonché per sviluppare e promuovere l’alfabetizzazione digitale, responsabilizzare i giovani e responsabilizzare i genitori. 

Inoltre, gli Stati membri dovrebbero cooperare nell’affrontare i rischi posti dallo sviluppo e dall’uso di sistemi di intelligenza artificiale e adottare ulteriori misure per garantire che lo scambio, l’accesso e l’utilizzo dei dati dei minori avvenga nel rispetto dell’interesse superiore del minore.

 

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA SLOVENIA

Back To Top