skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA SLOVENIA: La Procedura Ispettiva Del Commissario Per L’Informazione Ha Evidenziato Che Le Forze Dell’ordine (per Il Momento) Non Utilizzano Sistemi Di Lettura Automatica Delle Targhe (ANPR)

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA SLOVENIA: La procedura ispettiva del Commissario per l’Informazione ha evidenziato che le forze dell’ordine (per il momento) non utilizzano sistemi di lettura automatica delle targhe (ANPR)

This post is also available in: English Español Français

A causa dei resoconti dei media secondo cui alcuni veicoli della polizia hanno telecamere che fanno parte del sistema di lettura automatica delle targhe (ANPR), è sorta la questione se la polizia utilizzi questi sistemi nonostante una decisione della Corte Costituzionale del 2019 che abroga le disposizioni della legge sui mandati e i poteri di polizia che consentivano l’uso di sistemi ANPR.

Durante la procedura di ispezione, il Commissario per le informazioni (IP) ha verificato se la polizia utilizza realmente questi sistemi e, sulla base della documentazione ottenuta e delle ispezioni effettuate, ha stabilito che i sistemi ANPR non sono in uso. Vale a dire, subito dopo aver ricevuto la decisione della Corte costituzionale (nel 2019), l’Amministrazione generale della polizia ha ordinato lo smantellamento dei sistemi e ha chiesto la cessazione di tutte le procedure e l’archiviazione dei sistemi fino all’eventuale adozione di una nuova base giuridica. Tuttavia, ci sono ancora telecamere sui veicoli della polizia, ma a causa dello smantellamento del processore non funzionano.

L’IP avverte che:

  • tale introduzione della tecnologia deve avere una base giuridica adeguata, che deve essere chiara e specifica, e solo allora deve seguire l’acquisto dei dispositivi,
  • a causa di una base giuridica inadeguata, le prove così ottenute non hanno alcun peso nel procedimento e comportano costi inutili.

IP sottolinea che prima dell’introduzione di tali sistemi, è necessaria una valutazione d’impatto preliminare sulla protezione dei dati personali e la base giuridica dovrebbe essere soggetta alle necessarie garanzie, subordinatamente a un test di proporzionalità, necessità e adeguatezza riuscito – in particolare il preciso definizione di banche dati a cui si collegherà il sistema divieto di qualsiasi conservazione dei dati sui veicoli e sui proprietari dei veicoli laddove non siano state riscontrate infrazioni.

Poiché è stato affermato dai media che un nuovo emendamento alla legge dovrebbe essere preparato per le esigenze dell’introduzione dell’ANPR, IP invita il proponente della legge a coinvolgere il pubblico professionale e in generale nella preparazione del testo del disegno di legge.

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA SLOVENIA

Back To Top