skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELL’ISLANDA: Elaborazione Dell’ospedale Di Akureyri Durante La Distribuzione Dei Referti Medici

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELL’ISLANDA: Elaborazione dell’ospedale di Akureyri durante la distribuzione dei referti medici

This post is also available in: English Español Français

Il Garante per la protezione dei dati personali si è pronunciato in un caso in cui è stato denunciato che le cartelle cliniche della denunciante e di suo figlio sono state inviate al domicilio legale della minore e non a lei dall’ospedale di Akureyri (SAK).

Da parte dell’ospedale, ha riconosciuto che non  si erano stati presi cura dei diversi indirizzi e i dati, quindi sono stati inviati al domicilio del bambino. Tuttavia, i dati sono stati inviati in posta raccomandata e restituiti a SAK non aperti e e quindi i dati non erano pervenuti a persone non autorizzate.

Da allora i documenti sono stati quindi inviati per posta raccomandata al denunciante.

Il Garante per la protezione dei dati ha ritenuto che, alla luce della natura sensibile dei dati in questione, fosse altamente riprovevole che SAK non si assicurasse che i dati fossero inviati all’indirizzo corretto. Non è cambiato il fatto che i dati sono stati inviati per posta raccomandata e restituiti in confezione integra. Il trattamento non si è ritenuto conforme alla Legge n. 90/2018, in materia di protezione personale e trattamento dei dati personali.

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELL’ISLANDA

 

Back To Top