skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DI CIPRO: Presentazione Di Prove / Certificati / Attestazioni Per Covid-19

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DI CIPRO: Presentazione di prove / certificati / attestazioni per covid-19

This post is also available in: English Español Français

L’Autorità riceve molte domande su quando un cittadino ha l’obbligo di mostrare un certificato che attesta l’avvenuta vaccinazione o ha effettuato un test rapido negativo, PCR o che è stato infettato e guarito dal covid-19:

  1. I certificati sono dati sanitari e, ai sensi del regolamento generale sulla protezione dei dati, dovrebbero essere soggetti a una maggiore protezione.
  2. I dipendenti che hanno l’obbligo di detenere certificati di test rapido negativo o PCR, ai sensi e nell’ambito dei Decreti per i luoghi di lavoro, non hanno alcun obbligo di presentarli o mostrarli al loro datore di lavoro, ma lo informano del risultato.
  3. In questa fase, il dipendente vaccinato ed esentato dall’obbligo di sottoporsi a test rapido o PCR, per un certo periodo di tempo ne informa il datore di lavoro, ma non è tenuto a presentare alcun certificato.
  4. In ogni caso, la persona tenuta a essere in possesso di tale certificato è responsabile della prova.
  5. I cittadini in possesso di tali certificati, se richiesti, hanno l’obbligo di esibirli agli ispettori, Forze dell’Ordine competenti o agli agenti competenti, nell’ambito delle verifiche di conformità ai Decreti applicabili.
  6. Fatta eccezione per l’ispettore competente o l’ufficiale di polizia, nessuna persona ha il diritto di chiedere a un cittadino alcun certificato, sia per poter entrare in un luogo che per qualsiasi altro scopo.

 

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DI CIPRO

Back To Top