skip to Main Content
DALL’EUROPEAN DATA PROTECTION SUPERVISOR: Big Data E Digital Clearing House

DALL’EUROPEAN DATA PROTECTION SUPERVISOR: Big Data e Digital Clearing House

This post is also available in: English Español Français

Big data significa grandi quantità di diversi tipi di dati prodotti ad alta velocità da più fonti, che richiedono processori e algoritmi nuovi e più potenti per elaborare e analizzare. 

Queste pratiche e tecnologie potrebbero offrire importanti vantaggi per la crescita economica e vari settori, tra cui il trasporto di energia e la salute.

Non tutte queste informazioni sono personali, ma aziende e governi utilizzano sempre di più i big data per comprendere, prevedere e plasmare il comportamento umano. 

I big data sono quindi una preoccupazione strategica a lungo termine per la protezione dei dati e le autorità di regolamentazione della privacy. 

Mette a dura prova non solo la privacy e la protezione dei dati, ma anche altri diritti fondamentali, tra cui la libertà di espressione e la non discriminazione.

Attraverso una serie di pareri e altre iniziative, il GEPD ha sviluppato il concetto di protezione dei Big Data, che include ma va oltre le leggi moderne e di semplice attuazione:

  • Regole e applicazione orientate al futuro – non solo sulla protezione dei dati e la riservatezza delle comunicazioni , ma anche attraverso un’applicazione coerente da parte delle autorità della concorrenza, dei consumatori e della protezione dei dati
  • Responsabili del trattamento – con le stesse istituzioni dell’UE che danno il buon esempio
  • Individui responsabilizzati, ad esempio attraverso sistemi di gestione delle informazioni personali
  • Ingegneria della privacy innovativa, ad esempio attraverso l’iniziativa IPEN

In risposta alla risoluzione della Conferenza di primavera delle autorità europee per la protezione dei dati, abbiamo proposto l’istituzione di una Casa di compensazione digitale per riunire, per la prima volta, le agenzie delle aree della concorrenza, dei consumatori e della protezione dei dati che sono disposte a condividere informazioni e discutere il modo migliore per far rispettare le regole nell’interesse dell’individuo. 

La questione è stata discussa in una conferenza ad alto livello ospitata congiuntamente dal GEPD e dal BEUC il 29 settembre 2016.  

 

Big data:

16-09-23_bigdata_opinion_en

 

 

FONTE: EUROPEAN DATA PROTECTION SUPERVISOR – EDPS

Back To Top